Gli ultimi scritti

Posted on in Diari di viaggio/Via de la Plata 2017

Via de la Plata: 1 Sevilla – Guillena

Ciao a tutti… vista la mia attuale condizione di pellegrino (e quindi in continua mobilità e con la sola tastiera dello smartphone a disposizione per scrivere ) ho deciso di impostare il racconto del mio cammino come un videodiario. Racconterò alcuni momenti rilevanti della giornata ed al mio ritorno, se ci sarà il tempo, integrero’… Continua a leggere

Posted on in Randone/Ultreia Review

Review from Nino Anastasio (PROGRESSIVE ROCK ’70 – NEW PROG ’80 e oltre)

NICOLA RANDONE – MUSICISTA , COMPOSITORE , CANTANTE E POETA. Non so cosa abbia spinto Nicola Randone ad affrontare un così importante viaggio dove fatica e meraviglia si contrastano ad ogni passo, se l’effettiva fede cristiana o la voglia di confrontare se stesso con la natura. Una cosa è certa, ha trovato l’ispirazione, fors’anche spirituale,… Continua a leggere

Posted on in Frammenti Notturni

Flew away

Sei volata via, trascinata dal vento dei giorni, alienato rimorso della mia stanza vuota come una stella sottratta alla vita il cuore esplode, mentre la mente raccoglie ogni caldo frammento pulsante; ho assistito al fluire impietoso del tuo sentire ed è difficile, adesso, indossare la mia maschera perché il calore di un baco da seta ha… Continua a leggere

Posted on in The wall: Analisi critica

The Wall: Stop

Stop! è il momento in cui Pink raggiunge improvvisamente la consapevolezza del proprio stato mentale e decide di interrogarsi sulle vere ragioni che lo hanno confinato all'interno del muro. Continua a leggere

Posted on in The wall: Analisi critica

The wall: Waiting for the worms

Non sono mancati altri momenti in cui i Vermi sono apparsi sullo schermo ed anche in qualche parte di testo. Ogni volta hanno rappresentato il degrado umano nel quale era sprofondato Pink e non è un caso che adesso, dopo il crollo psicotico di Comfortably Numb, siano ancora i Vermi a dettare le condizioni dell'alleanza. Continua a leggere

Posted on in Cammino francese 2014

So close, so far away: il video

So close, so far away è nata diversi anni fa in forma di poesia: un castello lontano, il sogno surreale dei calzini e l’amara consapevolezza che la tenerezza che vive dentro un sentimento può trasformarsi in cenere al semplice passare della nebbia. Da qualche tempo ho riconosciuto in me un atteggiamento ottuso da fatalista in merito all’ineluttabile… Continua a leggere

Posted on in Frammenti Notturni

untitled

I nostri cari diventano angeli che vegliano per sempre sulle nostre vite: mi piace pensarlo e non ne ho la certezza Correggo quella riga tante, troppe volte perchè la mia limitata ragione solo a tratti coglie la verità invisibile che dà significato alla fine Solo adesso mi accorgo della solitudine che mi avvolge quando tengo la mano ad un… Continua a leggere

Sali in alto