FA

2 minuti di lettura
Leggi

Le solite voci, nella testa
blaterano di compiti e catene,
si ostinano a volermi costretto
incapace di scelta
inchiodato al manuale dei good man,
perché così doveva essere
e così sarebbe stato.

Il respiro si fa più intenso
quando presento il mio progetto,
quello che dovrebbe assicurarmi
il rinnovo della schiavitù.
La gente dell’Uttì è gentile
alcuni ricordano persino la mia antica veste di compositore
niente a che vedere con gli smargiassi assembla-computer
che sanno tutto e non vedono niente…

ma non importa, ne basta uno che mi affligga
perché ingaggi l’abitudine alla fuga
scordando che…

quella strada è oramai sbarrata!

FA 150: 10 minutes

Il bidone con la carta è rimasto fuori
scendo le scale a fatica
rimango ancorato al muro.
Sopraggiunge il pensiero ossessivo
devo far riversare altrove la paper
chiedere aiuto a Jules o magari a Bro
sennò Busso se ne porta via un altro
per sfamare, a spese nostre, il suo bestione della plastica.

Dormo, sogno d’essere in un treno
lanciato a tutto vapore tra la campagna siciliana
dal finestrino scorgo solo pennellate di verde con sfumature marroni
la folle corsa del treno
non concede ai miei sensi
l’abilità di coglierne i dettagli.

FA 180: 5 hours

Sto sempre attento ai segnali ansiogeni
essi confondono
rendendo vero ciò che è falso
camuffandosi e spostandosi
lungo la linea dei nervi
alle ricerca del punto debole.
Credevo di conoscerli
di sapere come combatterli (che poi equivale a sventolare bandiera bianca)
ed invece… questa volta, non c’entravano nulla
questa volta era

FA

Respiro profondamente
affondo la testa tra i cuscini
chiudo la porta
cerco di dormire

sono passate 2 ore
ed il mio cuore è impazzito
le scariche elettriche
lo percorrono in lungo e in largo
ed egli non batte più un 4/4 ritmico
ma piuttosto un 5/8 con gli accenti spostati

Ancora una volta
sono colto di sorpresa
ed il primo pensiero è per il mio piccolo bambino

La sirena si accampa sotto casa
i salva vite mi sommergono di sensori
FA, dichiara uno di loro
adesso stai calmo, non accadrà nulla

ho pena per me stesso
e pena per i miei cari
per la loro apprensione
devono farlo smettere, sennò mi scapperà via
e non avrò più sentimenti da insegnare a mio figlio

heartless

cardioversione farmacologica
scongiurato il reset
sono di nuovo a casa
con un nuovo nemico invisibile
che si combatte solo arrendendosi

Nicola Randone, alias Art, è Scrittore, musicista compositore, leader della band Randone con all'attivo 7 cd ed 1 dvd LIVE sotto edizione discografica Electromantic Music. Qui pone frammenti di vita, espressioni dell'anima, lamenti del cuore ed improbabili farneticazioni intellettuali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Essere padre

Prossimo articolo

funzionalità limitata

Le ultime da Frammenti Notturni

pensiero

angeli sorpassano le barriere del mio intelletto muta la voce rassicura il

bianco o nero

Posso sentire le nuvole nel mio cuore cuore, parola di cui si

Default thumbnail

Non voglio sembrare

Non voglio sembrare sciocco gay presuntuoso pessimo guidatore Non voglio essere chiunque

Perduta-mente

Si scopre e poi menteperduta tra la gentesospesa su nel cielonerodi odio

bolle di sapone

hai notato il loro baluginio quando si alzano verso il sole? scintillano