Leggero è il pensiero
di tornare a volare,
avere davanti agli occhi
le sole cime innevate

ed arrivare poi,
a bordo di una barca volante,
nella mia nuova casa
quella aggrappata al fianco del monte.

Corrompe il moto alla conformità:
corrispondere alla giusta immagine
ed ascoltare in silenzio i lamenti xenofobi
dei piccoli uomini indottrinati dalla propaganda

… e mentre accompagno il mio dolcissimo bambino
sui sacri percorsi della consapevolezza,
fiero d’essere stato designato quale padre e marito,
una nuova tensione mi scuote i nervi:

i miei piedi sono grandi, enormi,
colmi di calli e peli;
ne metto uno sopra l’altro, per spingermi in avanti
ma vado a rilento, rischiando continuamente d’inciamparvi contro.

E’ un sogno, il tradimento
creato dal bisogno di fuggire,
e di punire… colgo l’attimo del risveglio,
respiro… senza fretta
sospiro… sollevandomi!

Nicola Randone, alias Art, è Scrittore, musicista compositore, leader della band Randone con all'attivo 7 cd ed 1 dvd LIVE sotto edizione discografica Electromantic Music. Qui pone frammenti di vita, espressioni dell'anima, lamenti del cuore ed improbabili farneticazioni intellettuali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

io sono uno di loro

Prossimo articolo

Essere padre

Le ultime da Frammenti Notturni

Solitudine

lasciate che parli un po’ della solitudine non temete non c’è niente di male se anche

Luce ed ombra

Ci sono strani messaggi nel buio stasera Colleriche mistificazioni d’ingenue classificazioni C’è una luce una nave

20 Novembre 2010

Che si ricordi e mai si dimentichi soprattutto che non sia tu a farlo perché oggi

solo e stanco

solo e stanco poggio la mano sui tasti senza pensare senza soffrire senza scontare il peso

Mi manchi

ti penso mi manchi sottili e feroci lame assediano il cuore sorrido mi manchi la luce