Default thumbnail

Guerra – pretesto

3 minuti di lettura
11
Leggi

Seguo attento le reazioni dei miei compatrioti (bah, forse è un termine fuori moda per l’italiano di questi anni) a questa guerra: disobbedienti che promettono sabotaggi, politici che sfruttano la situazione per loro tornaconto, pacifisti che si armano in difesa della pace (mmm…). Non amo il nostro signor presidente del consiglio, tutt’altro, lo vedo come una minaccia per il proliferare della cultura e dell’arte in italia (visto che pare un uomo interessato più al proprio potere personale che al benessere spirituale dell’uomo)… però, in questi giorni, mi sono reso conto che dall’altra parte c’è forse più meschinità ed ipocrisia.
Mi sono stufato di sentire i soliti discorsi, mi sono stufato di questi signori che hanno solo da ridire e niente da proporre, mi sono stufato dei giovani che scendono in piazza e gridano: gli americani sono fascisti… ma che è, stiamo diventando anti-americani solo perchè il solito politico di turno ha preso una decisione, che tral’altro va anche contro buona parte dell’opinione del suo popolo!! Ma vaff… ci sono già tante cose che ci dividono, lingua, cultura… ci manca anche la politica!! E poi, a guardare le reazioni del mondo intero, mi chiedo: ma chi glielo ha fatto fare! Dichiarando guerra il presidente americano si è messo contro il mondo, contro i suoi stessi cittadini… pessima scelta politica; e allora? Allora può anche darsi che questa guerra fosse davvero inevitabile… mmm, forse non so quello che dico però… però forse quel tale stava davvero preparando un grande attentato… immagino che se al posto delle Twin Towers avessero bombardato il nostro colosseo, gli odiati americani avrebbero tirato fuori le armi per noi, come hanno fatto al tempo dei nazi-fascisti liberando il mondo da quell’Hitler (solo 60 anni fa, mica tanto)… non lo so, non so davvero… non mi piace il popolo italiano, troppi gregari, troppi giovani senza spina dorsale… lo si vede dagli oggetti e dai personaggi che vanno di moda… parliamoci chiaro: siamo antiamericani, o siamo solo dei poveri imbecilli che se la devono prendere con qualcuno per sentire meno il peso della propria miseria interiore… sfruttare questa guerra per questo?!! MMM, amorale… preferisco ancora una volta la posizione della chiesa, loro devono per forza essere contro, almeno solo per rifarsi di quello che hanno combinato in passato!!!

Ancora una volta non so…. oggi la penso così, domani magari la penserò diversamente… fatto sta che non vedo l’ora che questa guerra finisca.

Ci tengo però a confermare una cosa: non sono antiamericano, o meglio, non contro la gente dell’america!!

Nicola Randone, alias Art, è Scrittore, musicista compositore, leader della band Randone con all'attivo 7 cd ed 1 dvd LIVE sotto edizione discografica Electromantic Music. Qui pone frammenti di vita, espressioni dell'anima, lamenti del cuore ed improbabili farneticazioni intellettuali.

11 Commenti

  1. Beh, che il mondo ce l’abbia con l’America non è una novità. Certo, la guerra in Iraq è stato uno sbaglio. Questo era chiaro già all’inizio, prima dello scoppio bellico. Tuttavia, il voler sempre voltare le spalle all’Occidente è sbagliato. Le nostre sinistre e destre insieme devono tuffarsi di nuovo nella Bellezza dell’ arte italiana, della cultura dell’Occidente. Sembra diventato un tabù esaltare la nostra lingua, la nostra musica, le nostre architetture. Invece, esaltiamole. Riscopriamo il “bel canto”, l’ opera lirica, la ricerca scientifica che in passato ha insegnato al Mondo (un esempio per tutti, Galileo). Il clima cambia e sembra che colpisca più l’Italia rispetto agli altri paesi. Allora si fa urgente salvare l’Italia, i suoi paesaggi, la sua Natura, i suoi boschi che questa’estate sono stati incendiati.

  2. w il duce!gli americani fanno schifo perche hanno bombardato la nostra citta ed hanno uccisso milioni di civili,hanno seminato il terrore fra i nostri nonni che si divevano nascondere nelle grotte per non morire !e poi quando sono entrati in italia tutti i coglioni che li aclamavano dopo che avevano ucciso i loro parenti e condannato l’italia a perdere la guerra!se non fosse stato per loro noi saremmo una grande nazione ed avremmo la stessa loro potenza ed inoltre ci sarabbe stato un benessere di mASSA!e quei coglioni come berlusconi che gli leccano il culo solo perche hanno il petrolio!americani di merda e comunisti ed anarchici suca!!!il fascismo non morira mai!!!!

  3. vaffanculo, chi fa l’apologia a quei fascisti-che-dicono-di-non-esserlo quali gli ameriCANI è meno democratico di loro, ed è grave. Tu cosa faresti se un invasore straniero ti venisse a colonizzare il tuo paese, rubandoti tutto il petrolio, sterminandoti la famiglia e lasciandoti nella merda?!? Quelli come te dovrebbero stare in Iraq; allora sì che capiresti qualcosa dei tuoi dei ameriCANI.

  4. O… e che è tutta sta bufera d’interventi a distanza ravvicinata—- cmq, sono lieto che per questo tipo di questioni il mio blog veda qualche intervento in più… vi invito cmq a leggere più attentamente il mio intervento… mica ho capito tutto io, tutt’altro, la verità è lontana anni luce, non ho affatto le informazioni giuste per valutare le scelte di chichessia… so solo che quelli fanno la guerra in iraq con le armi, e noi la facciamo qui con le parole tra di noi (parlo del mondo occidentale) che dovremmo essere uniti più che mai… forse il sogno di un mondo unito è ancora lontano, magari il presidente americano vuole davvero diventare il presidente del mondo, però andando avanti di questo passo, distruggendo, approfittando di un evento tragico come quello della guerra per sfogare i nostri rancori personali, ci possiamo solo allontanare di nuovo… alla faccia dell’UE, dell’ONU e di tutto il resto… i politici sono gente del kazzo ma la elegge il popolo (non io, probabilmente neanche voi che avete postato, però buona parte della gente) quindi smettiamo di dividerci e speriamo solo che tutto questo finisca al più presto

  5. Il problema è serio… qui non stiamo più a parlare di gente che muore per colpa di scelte sbagliate, stiamo a parlare di quello che ha sbagliato perchè non poteva prendere la decisione da solo, stiamo a parlare del governo che non rispecchia la volontà popolare… ma cosa cazzo vuoi che ne capisca il popolo, il popolo è una massa di pecoroni, quelli si vanno a fare le manifestazioni per spaccare qualche vetrina, esattamente come fanno quando vanno agli stadi o quando ci sono occasioni per sfogare la loro rabbia di animali…. neanch’io sono per Berlusconi però cazzo, la sinistra c’ha rotto i coglioni e anche sta guerra… ma cosa credono di fare, ci sono tante di quelle ingiustizie nel mondo, tante di quelle guerre in posti meno strategici e ora tutti i pacifisti si indignano solo perchè sono gli americani, quelli dei panini… ma vaffanculo l’italia

  6. Marta… io non dico che la guerra è giusta, dico solo che essere antiamericano solo perchè Bush ha dichiarato guerra all’Iraq è sbagliato… gli americani sono persone, magari sono ancora più di noi quelli contro questa guerra… e poi dai, sti politici c’hanno rotto le balle, sembrano tornati indietro anni luce quando facevano ancora propaganda all’URSS e denigravano americani… non scherziamo, l’occidente è fatto tutto di una pasta, noi siamo impastati di cultura americana oramai, cultura dei mcdonald, dei divi da un 1 mese, ma anche della tecnologia che arriva per buona parte dall’america (cosa ti ha permesso di scrivere questo messaggio)… e insomma, cerchiamo di essere seri…

  7. Ciao Nico… non sono daccordo, gli americani devono piantarla di imporre le loro decisioni con la forza, devono finirla di ergersi a giudici del mondo, e perdonami la frase fatta… questa guerra è americana, e gli americani sono responsabili di questa guerra

  8. sono daccordo con nicola, questa guerra in italia sta diventando una propaganda politica di una sinistra debosciata che se ne infischia di quanta gente muore, che gli frega solo di andare, come sempre, contro il governo per il puro piacere di fare opposizione… non sono di destra ma neanche di sinistra… mi piace il termine apartitico

  9. eccoti, lo sapevo che alla fine ti saresti perso… vergogna, parli proprio come quei bastardi fascisti del governo… eppur mi sembravi diverso… è facile essere contro la guerra, amorale come dici tu è però giustificarla… delusione!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Default thumbnail
Articolo precedente

un sogno

Default thumbnail
Prossimo articolo

Il mondo di Art politicizzato?

Le ultime da Diario