Default thumbnail

1 Dicembre 1993 (mercoledì) ore 23:20

3 minuti di lettura
Leggi

Reduce da una piacevolissima conversazione telefonica “ interurbana “ con Ivana, mi accingo ad impiastricciare un po’ queste pagine nude, sostegno della mia anima inquieta. Come già sai sono iscritto a Catania in lettere moderne; la vita qui in città è a dir poco stressante. A parte i telefoni continuamente guasti, la forte compressione da  subire quando si sale su di un mezzo di trasporto pubblico e il traffico caotico, mi ritrovo in stanza con due figli di cagna che non fanno altro che frustrarmi con i loro atteggiamenti da sufficienza. Non c’è la musica a guarirmi dalle mie crisi, né la dolce Ivana, sprono della mia anima; ci sono solo due buzzurri che studiano, sfottono e parlano nel sonno. Mi sento mostruosamente solo; unico lato positivo di questa situazione l’aver potuto pensare con più lucidità a certi argomenti. Mi chiedevo se mi fossi realmente innamorato di Ivana e se non fosse solo una infatuazione passeggera come le altre. La mia paura nell’affrontare un rapporto serio con una ragazza, a patto che sia ancora in condizioni di farlo e non abbia perso l’abitudine, sta nella probabile illusione che potrei ricavare di essermi liberato dall’ossessione Tiziana. Se l’illusione dovesse rivelarsi come tale, dura sarebbe riabituarmi ad essere legato ad una persona che non avrò mai; sarebbe come insegnare ad un cieco a vedere e di poi abbandonarlo nuovamente all’oscurità. Analizzando me stesso e le sensazioni che provo, ho dedotto di essermi realmente innamorato di Ivana… perché ?

  1. 1 – Sento la sua mancanza quando è lontana da me
  2. 2 – Il solo vederla mi causa una gioia infinita
  3. 3 – Abbiamo “troppi” interessi in comune
  4. 4 – Mi trasmette le stesse sensazioni che mi trasmetteva Tiziana un tempo…

no, dovrei cancellare tutto quello che ho scritto. Non posso ridurre tutto ciò che provo in quattro pensierini striminziti e sarebbe realmente difficile esprimerlo a parole.

  • La desidero, è bellissima e placa la mia anima.
  • E’ intelligente ed è una persona fuori dal comune.
  • E’ fantastico, diariuccio mio incartapecorito, mi sento felice.

Le ho parlato per quasi un’ora qualche minuto fa, e già sento la mancanza della sua voce. Tutto ciò che mi dava noia, tutto ciò che mi circonda, ha preso un aspetto diverso; una vera e propria rivoluzione è avvenuta all’interno del mio cuore.

La stimo e la rispetto più di qualsiasi altra persona; vedo in lei la Tiziana che mi ero creato con la mente… è l’incarnazione terrena della mia idealizzazione di Tiziana; pensavo non esistesse una persona simile, e invece l’ho trovata. E’ la mia ragazza ideale e non ho più bisogno di farne un’idealizzazione, meglio di così non la si può immaginare. A te il mio futuro, dolce Ivana.

Nicola Randone, alias Art, è Scrittore, musicista compositore, leader della band Randone con all'attivo 7 cd ed 1 dvd LIVE sotto edizione discografica Electromantic Music. Qui pone frammenti di vita, espressioni dell'anima, lamenti del cuore ed improbabili farneticazioni intellettuali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Default thumbnail
Articolo precedente

23 Novembre 1993 (martedì) ore 23:50

Default thumbnail
Prossimo articolo

10 Dicembre 1993 (venerdì) ore 23:54

Le ultime da Diario