Verità in Valsusa

30 Novembre 2005
1 minuto di lettura

Questa mattina ho ricevuto una e-mail sconcertante da un amico; per dovere di libera informazione la pubblico di seguito:

Questa mattina le forze dell’ordine hanno militarizzato la Val Cenischia allo scopo di occupare i terreni dove dovrà essere realizzato il futuro cantiere della TAV a Venaus ed io, insieme con infermieri, maestri, postini ed altri lavoratori siamo stati costretti a rimanere al freddo, senza poter raggiungere i nostri rispettivi luoghi di lavoro. I carabinieri e la polizia ce lo hanno impedito: le libertà costituzionali, ci hanno detto, sono state verbalmente sospese.
Per raggiungere Susa sono stato dunque costretto a raggiungere la strada statale a piedi, attraverso i boschi.
Occorre una pesante riflessione sullo stato della democrazia in Italia.

don Gianluca Popolla

Nicola Randone, alias Art, è Scrittore, musicista compositore, leader della band Randone con all'attivo 7 cd ed 1 dvd LIVE sotto edizione discografica Electromantic Music. Qui pone frammenti di vita, espressioni dell'anima, lamenti del cuore ed improbabili farneticazioni intellettuali.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Eccellenza agli Italian Web Awards 2005

Prossimo articolo

alla mia donna

Le ultime da Diario

Stasera concerto

Oggi al pub imbraccerò la mia chitarra, stringerò il microfono tra le mani e comincerò a cantare e suonare… va bene, di

Valere al di fuori di sè

Ieri è stata una giornata molto intensa, ho ascoltato molto attentamente, commuovendomi persino, le disgrazie di un amico molto caro, il suo

Miscuglio

E’ giorno… curioso, di solito scrivo la notte, quando non ho nulla da fare, quando i fantasmi mi circondano; cmq non scrivo

4 giorni a Milano

Il lavoro ci porta spesso lontano dalla nostra terra, il lavoro legato poi a questi maledetti affari elettronici confluisce quasi sempre al

11 Giugno 1995 Domenica ore 21:10

Continua la serie Cronache Campagnole, difatti da circa un quarto d’ora, tempo necessario per divorare una pizza e tracannare contemporaneamente qualche bicchiere
TornaSu