… in silenzio

9 Aprile 2008
1 minuto di lettura

Mille anni ancora, forse più, prima che l’uomo si riduca in silenzio. Oggi si parla, si parla tanto, ma pochi ascoltano, troppo pochi fanno caso alle parole di altri. Ed eccola lì, terribile e magica, la scatola tecnologica che vomita melma sul cuore degli uomini, è lei che suggerisce come vivere, come comportarsi, vestire, come amare ed odiare, cosa mangiare, in cosa credere… si, ci saranno tre o quattro opzioni, alcuni si fanno odiare, altri diventano il modello di centinaia, forse migliaia, forse milioni di persone, ma le cose non cambiano, o sei con loro o sei diverso.

Da qualche tempo vomito ogni mia delusione su quella scatola, e dallo schermo non passa più niente, nè odo più alcunchè dalla gomma che, vibrando, ha disturbato il mio silenzio per anni: woofer troppo gonfi di lacrime per poter spingere ancora dell’aria.

… in silenzio, rifletto, e penso di esser solo a questo mondo, troppo diverso per poter essere amato. Un libro tra le mani, il cuore nel cassetto, il morbido tepore di un gatto accovacciato sulla mia pancia… ecco il mio silenzio.

Ho defenestrato la tv, cancellato l’hard disk del mio computer, coperto i miei strumenti con uno spesso velo scuro. Siedo in silenzio, vicino ad un fiume, e respiro la mia vita all’inverso: sono il fiume, sono l’aria, sono un sottile filo d’erba.

Non temo più il silenzio, quella cella ha mura molto spesse… in silenzio, sulla soglia, respiro: sono un cuore, sono il vento, sono la memoria.

Nicola Randone, alias Art, è Scrittore, musicista compositore, leader della band Randone con all'attivo 7 cd ed 1 dvd LIVE sotto edizione discografica Electromantic Music. Qui pone frammenti di vita, espressioni dell'anima, lamenti del cuore ed improbabili farneticazioni intellettuali.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

L’uomo che parlava da solo

Prossimo articolo

ip

Le ultime da Diario

Mercoledì 28 Novembre 2001

Oggi non scrivo perché ho qualcosa da buttare fuori, né perché devo sfogare quest’angoscia alla quale sto pian piano abituandomi, scrivo solo

amor proprio?

Amor proprio implica difendere sè stessi dagli altri? Difendere gli interessi che le altre persone tentano ogni giorno di strapparti di mano?

Venerdì 15 Marzo ore 12.25

Sta succedendo tutto terribilmente in fretta, in un solo giorno ci siamo guardati negli occhi, ci siamo detti “proviamo di nuovo”, ci

Stasera concerto

Già, direi proprio di essermi buttato definitivamente nell’ambiente live ragusano che, anche se non dà molte soddisfazioni in quanto a calore del
TornaSu