Il faro

Ho comprato un calendario con le immagini di un Faro. Mi piace guardarlo perchè mi riporta con la mente a storie di pirati e vecchi galeoni che ho letto durante l’infanzia. E poi mi piace guardare la sua luce rassicurante e benedetta soprattutto durante le tempeste, quando la vita sembra appesa ad un filo e le onde minacciose e scure ti sbarrano il cammino. Il Faro è una mèta, un paladino imperituro che ti conduce in salvo. Tutti dovremmo poter contare su di un Faro amico per smettere di avere paura e tornare finalmente a casa dopo tante peripezie. E dovremmo imparare ad essere anche noi un Faro per le persone che amiamo e per chiunque si trovi un giorno ad aver bisogno di una luce, di una mano.

Nicola Randone, alias Art, è Scrittore, musicista compositore, leader della band Randone con all'attivo 7 cd ed 1 dvd LIVE sotto edizione discografica Electromantic Music. Qui pone frammenti di vita, espressioni dell'anima, lamenti del cuore ed improbabili farneticazioni intellettuali.

2 Commenti

  1. La vita è spesso enigmatica, imprescrutabile, non sempre la luce del faro è visibile, il più delle volte è un oasi immaginaria, è bello pensare che ci sia ma non ne siamo certi. Ci vuole forza per vincere la furia degli elementi, coraggio e speranza, ma a volte non bastano, non tutte le imbarcazioni raggiungono la riva e il faro rimane muto a rischiarare un alba che tarda ad arrivare.

  2. …bisognerebbe anche avere il coraggio di aprire gli occhi nella vita, e seguire quella luce benedetta che a volte crediamo non esista affatto…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Il re ed il povero

Prossimo articolo

Segnalato da Brain Twisting

Le ultime da Diario

Il cantico della creazione

Dove la diversità necessita dell’uguaglianza per riconoscersi ed amarsi di Giovanni Salonia L’intrigo delle diversità Un

Relazioni di Salvezza

di Giovanni Salonia Sette situazioni esistenziali in cui sperimentiamo la salvezza donataci dall’altro Premessa Sembra quasi