Una piccola storia di ordinaria solitudine

1 Settembre 1996
1 minuto di lettura

Stava tornando da Ragusa, il vento scuoteva vigorosamente la macchina. Dallo specchietto retrovisore laterale si rifletteva il sedile accanto a lui, naturalmente sgombro.
“Allora cara, quando fissiamo la data delle nozze” disse d’un tratto rivolgendo lo sguardo al sedile. Poi mimò una voce femminile: “Ma cosa dici, non abbiamo neanche i soldi per mangiare stasera e dovremmo sposarci!”. Come se niente fosse continuò: “Che ne dici di accarezzarmi un po’, sai che mi distende mentre guido”, e, continuando a mimare la voce femminile: “Uffaa! …e va bene”.
“Sai cara, mi stai accarezzando così dolcemente che quasi non ti sento”, ed esplose in una fragorosa risata. Non era pazzo, forse si sentiva un po’ solo, forse voleva solo prendersi un po’ in giro.

Nicola Randone, alias Art, è Scrittore, musicista compositore, leader della band Randone con all'attivo 7 cd ed 1 dvd LIVE sotto edizione discografica Electromantic Music. Qui pone frammenti di vita, espressioni dell'anima, lamenti del cuore ed improbabili farneticazioni intellettuali.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Sbagliato o diverso?

Prossimo articolo

Dialogo di notte n°2

Le ultime da Il mondo di Art

Prima gli italiani

Nonostante mi premesse particolarmente, ho sempre rimandato la decisione di scrivere di questo argomento perché troppo complesso; a questo si aggiunga che

Una giornata qualsiasi

Era dicembre, il sole faceva capoccella tra le nubi, l’aria fredda mi faceva rabbrividire nel colletto di pelliccia ecologica mentre alla stazione,

La musica

Note si rincorrono come pensieri e avvolgono l’aria di suoni e di ricordi. Posso socchiudere gli occhi e vivere la musica lontano

Nonsense

uno scritto di ordinaria solitudine Una notte come tante: una serata anonima trascorsa a casa di fronte al televisore con, accanto, una
TornaSu