Placeholder Photo

I fantasmi della mente

5 minuti di lettura

Ieri notte sono stato fulminato dallo spettro di una paura del passato, un concatenarsi di eventi totalmente travisati alla luce di inconsistenti certezze: lei non mi ama, vuole sbarazzarsi di me.
Quante volte ho cercato di pensare ai problemi veri della vita, alle cose concrete… non lo ricordo più, ma tanto, tutte le volte mi lascio sorprendere dalle stesse ossessioni del kazzo ed oggi ne avuta la piena conferma.
Nella nostra vita amiamo e vogliamo essere amati, come quando crediamo in qualcosa e desideriamo con tutte le forze che i nostri sogni si realizzino, solo che a volte si mettono in mezzo i fantasmi della mente, e cioè tutte le cose andate male nelle nostre esperienze passate (e non vale solo per l’aspetto sentimentale); in quel momento vedi complotti, bugie, inganni, in un crescendo di paranoie che ti scaraventano giù dal letto costringendoti a vomitarle tutte… ma non vanno via! L’estremo tentativo di porre fine all’angoscia è quello di rivolgerti alla tua donna, che dorme pacificatamente accanto a te, ma lei si volta arrabbiata, crede che sia un trucco, un maniera infantile per chiedere attenzioni o ancor peggio un modo prepotente per imporre il proprio modo di vivere e concepire un rapporto.
L’angoscia supera il limite tollerabile, hai bisogno di uscire, di non pensare e vivere la luce dei lampioni che illuminano Hybla, ancora piena di persone che amano trascorrere la giornata fino a notte fonda; ti basta parlare con qualcuno di cose che non c’entrano niente, e poi con qualcun altro, magari più amico, cui rivelare, generalizzando e così sdrammatizzando, i problemi che causano le donne, un paio d’ore e sei pronto per tornare a casa, coccolato dai messaggi degli amici e fiducioso che quell’angoscia sta per svanire.
L’indomani sei sveglio, lucido,incazzato… soprattutto deciso a non sentirti più abbandonato. Ti aspetti che da lì a breve si chiuda la vostra storia ed hai la forza di superare quel momento, di ricominciare a pensare solo per te stesso, solo che davanti non hai quella donna che credevi non ti amasse più, nei suoi occhi c’è insofferenza ma anche un barlume di tristezza; qualcosa non va! Eri convinto che il suo modo di fare significasse solo che non ti amava più, che stesse cercando la maniera migliore per sbarazzarsi di te ed invece no, non voleva andarsene e di questo ne soffriva perchè si sa, molte volte quando si litiga, si spera di essere dalla parte di chi è più convinto, ed è quando dimostri di essere più risoluto che andartene è più facile, basta però che l’altro si avvicini a te con tenerezza che le cose cambiano, perchè in fondo lasciarla non è quello che vuoi; d’improvviso cerchi di sistemare tutto sforzandoti di imporre comunque delle condizioni, ma l’altro non è daccordo ed il più risoluto adesso non sei tu… quel momento di tenerezza è solo un passaggio di consegne: il più debole diventa più forte e viceversa. Ieri sera ero il più debole, stamane ero il più forte ma a cosa è servito? Stavo solo soccombendo all’ennesimo attacco dei miei fantasmi, cieco davanti ai problemi concreti della nostra vita, problemi che lei è in grado di vedere ed affrontare con maggiore responsabilità e dai quali io cerco di fuggire: vivere insieme, scegliere una casa lontano dalla mia amata Hybla, affrontare la svolta della mia vita.
Altrochè sentirsi amati, altrochè intimità negata… i problemi tra noi esistono da oltre 1 anno e sono di tutt’altra natura, solo che io non ho avuto il coraggio di affrontarli.
Mi verrebbe da pensare che non voglio crescere, ma preferisco credere che prendo questa cosa molto sul serio e per tento di rimandare la decisione e far finta che il problema non ci sia.
Oggi voglio scacciare definitivamente i miei fantasmi ed affrontare questo bivio.
Oggi voglio anche Chiederti scusa per non avere creduto al tuo amore…

Nicola Randone, alias Art, è Scrittore, musicista compositore, leader della band Randone con all'attivo 7 cd ed 1 dvd LIVE sotto edizione discografica Electromantic Music. Qui pone frammenti di vita, espressioni dell'anima, lamenti del cuore ed improbabili farneticazioni intellettuali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Default thumbnail
Articolo precedente

New Randone's Album coming soon

Default thumbnail
Prossimo articolo

spezzato

Le ultime da Diario

sogni

Le sto dietro, corro come un disperato, grido e dalla mia bocca non esce alcun suono.