Esercizio n.1: Il Respiro

su %s Training Autogeno

Questo è il primo esercizio che devi apprendere. In realtà viene indicato come secondo ma la mia esperienza mi consiglia di proporlo come primo perché produce movimento del corpo, inoltre aiuta a prendere consapevolezza della posizione corretta del corpo e abitua a mantenere l’immobilità.

La durata dell’esercizio deve essere di almeno quindici minuti pieni,  inizialmente non è facile assumere la posizione in tempi rapidi. Ti potrai aiutare così: prepara venti minuti di musica, i primi cinque ti serviranno per realizzare la posizione correttamente, quando ti sentirai pronto inizia l’esercizio usando gli altri quindici minuti, quando la musica finisce puoi alzarti. Programmando determinati minuti di musica puoi rilassarti tranquillamente senza stare in ansia per il trascorrere del tempo, soprattutto se hai impegni. Ma se alla fine dei venti minuti non hai voglia di alzarti o senti l’esigenza di continuare nulla ti impedisce di farlo.

  • prepara l’ambiente adatto e la musica
  • assumi la corretta posizione cercando di rimanere immobile
  • respira tranquillamente, quando senti che il respiro e calmo e regolare puoi cominciare

Effettua una RESPIRAZIONE ADDOMINALE: inspira ed espira lentamente con la parte addominale. Durante la respirazione ripeti mentalmente (usando il tuo nome al posto dei puntini):

IO RESPIRO

AD OGNI RESPIRO MI RILASSO SEMPRE DI PIU’

…….. RESPIRA

…….. E’ RILASSATO

Effettua una RESPIRAZIONE COMPLETA ADDOME E TORACE: inspira con la parte addominale e blocca qui il respiro; inspira con i torace e blocca qui il respiro; espira con l’addome lentamente e poi con il torace (come un’onda).

Inizialmente continuare con questo tipo di respirazione può risultare stancante quindi alterna i due tipi di respirazione che ti ho descritto

Per la respirazione vera e propria non impiegare più di dieci minuti, il tempo rimanente impiegalo per entrare in armonia con il tuo respiro e per la fase del “sentirti”

Quando la musica finisce alzati lentamente oppure dondolati.

Ripeti questo esercizio e quando ti senti pronto passa all’esercizio della pesantezza prima della fase del “sentirti”.

Torna all’indice