Default thumbnail

8 Gennaio 1990 (lunedì) ore 0:00

3 minuti di lettura
Leggi

Finite le vacanze mi è toccato avventurarmi nuovamente in quel calvario volgarmente chiamato scuola. Oggi primo giorno, che triste dopo il dolce ozio delle feste, ritornare a sentirsi preso in giro da tutti. Sinceramente non mi importa essere sfottuto dai miei compagni, solo andare in un posto per ricevere insulti, mi sembra una cosa un pò disdicevole per una persona di grande cultura come me. Sto impegnandomi sempre più nello studio della chitarra, mi segue il mitico Tito, una gran brava persona, simpatico e “sfrontato”; sebbene lo conosca da un mese mi ha già dato piena fiducia (mi lascia solo in negozio per farsi la dose mezzoraria di caffè). Riguardo alle amicizie sono nella cacca come sempre, ogni tanto telefono ad Emanuele o a Livio, ma la maggior parte delle volte sono impegnati. Oggi ho incontrato i ragazzi della maremma, che simpaticoni; peccato che ho bisogno di altre persone con cui svagarmi: Salvo C., Salvo, Peppe e Alessandro… dove sono finiti? Non li sento più dal giorno di capodanno…

Sono solo, solo, solo
ho una chitarra fiammante appoggiata sul comò
ho delle foto dei miei migliori amici
degli scritti nel diario
ogni tanto mi alzo e suono, suono Wish you were here.
Ricordo che ero felice quando eravamo ancora amici
vi ricordate quella bionda, vi feci una testa così.
Ora no, non posso più parlarvi così
Voi siete andati via, non io… non so più con chi parlare di lei.
Solo delle canzoni agli amici migliori che abbia mai avuto nella mia vita.
Mi avete dato tanti consigli, mi avete sollevato in tante occasioni,
mi davate pugni quando ero triste, mi rimproveravate
quando tenevo il muso.
Solo delle canzoni agli amici migliori che abbia mai avuto nella mia vita.
Sollevamento pesi, cinquanta chili… troppo, scommettiamo diecimila che non ce la fai…
e col tricipite alzavi i cinquanta come fossero carta
e i diecimila ti prendevi contento.
Niente più scommesse adesso.
Solo poesie a un amico fra gli amici scrivo ormai per il mio complesso
sentirai questa canzone? Verrai a sentire il mio concerto…
Signori e signori si, è proprio lui, quello col sorrisino malefico e il fisico culturista… sta in prima fila… un applauso
prego!

Nicola Randone, alias Art, è Scrittore, musicista compositore, leader della band Randone con all'attivo 7 cd ed 1 dvd LIVE sotto edizione discografica Electromantic Music. Qui pone frammenti di vita, espressioni dell'anima, lamenti del cuore ed improbabili farneticazioni intellettuali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Default thumbnail
Articolo precedente

3 Gennaio 1990 (mercoledì) ore 17:15

Default thumbnail
Prossimo articolo

9 Gennaio 1990 (martedì) ore 23:00

Le ultime da Diario

ancora sogni

A volte senza rendercene conto, rivoluzioniamo la nostra vita ed i nostri