7 Giugno 1995 Mercoledì ore 20:10

7 Giugno 1995
1 minuto di lettura

Niente da fare, la situazione sembra non voler cambiare e il mio umore sta discendendo pericolosamente agli ultimi gradi della scala, fottutamente vicino al grado di disperazione totale.

Possibile che debba incontrarla solo in radio, perché non valuta mai la possibilità che desideri parlarle da solo in un posto tranquillo come quello che sto frequentando quotidianamente da qualche settimana: la mia campagna.

La amo tantissimo, vorrei averla vicino adesso più che mai, sto perdendo ogni certezza, tutto ciò che lei ha costruito, lo sta demolendo tragicamente… oggi ha insistito perché le telefonassi. Sono andato a casa, l’ho chiamata, 10 minuti di conversazione e poi arriva qualcuno: Ciao ti chiamo più tardi… e basta! Cosa vuoi dire? Sei incazzata con me per quegli stupidi controsensi… sei pazza o cosa! No niente di più convincente… sono afflitto, ho paura che la scissione fra ideale e reale sia già in atto e che debba annoverare quest’altro fallimento fra gli altri con la conseguente presa di coscienza che Superamore non potrà mai realizzarsi se non idealmente in quell’universo di suoni e fantasie con cui, prima di incontrarla, ero strettamente a contatto. Ti prego Cristina, scuotiti!!

Nicola Randone, alias Art, è Scrittore, musicista compositore, leader della band Randone con all'attivo 7 cd ed 1 dvd LIVE sotto edizione discografica Electromantic Music. Qui pone frammenti di vita, espressioni dell'anima, lamenti del cuore ed improbabili farneticazioni intellettuali.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

2 Giugno 1995 Venerdì ore 17:20

Prossimo articolo

11 Giugno 1995 Domenica ore 21:10

Le ultime da Diario

Sai che c’è…

Sai che c’è, troppo spesso mi accorgo che a quarant’anni suonati so meno cose di quando ne avevo venti, e per dipiù

piacer figlio d’affanno?

Caro blog, eccomi qua pronto a scrivere, non di tristezza nè di angosce, ma di gioia… gioia inerte, la felicità che si

vi presento il matto

Lasciate che vi racconti una storia, comincia il giorno in cui un matto incontra una principessa e da lì ne nasce una

Just Married: prologo

Giuliana è arrivata come un raggio di sole primaverile che filtra dalle persiane, asciugandomi dal cuore la brina di una notte che
TornaSu