Placeholder Photo

3 Aprile 1991 (mercoledì) ore 8:30

Sto andando dal prof senza aver studiato nulla, in questi giorni me la sto passando davvero male, non riesco neppure a suonare dignitosamente. Ieri ho incontrato la mia Ti…stavolta, deo gratia, mi ha salutato e per la prima volta non si è trovata davanti un povero cretino che sbavava per lei, ma un ragazzo freddo e distaccato che sembrava quasi aver ricambiato il suo saluto contro voglia. Tuttavia sono andato a casa sconsolato, ho quasi pianto ( io non piango mai ) e di poi sono stato costretto, causa l’arrivo dei cerini di riserva, a fare la faccia di cazzo sempre sorridente. Il mondo non mi soddisfa più… Salvo, il gran coglione, è andato via dal gruppo, Andrea, lo sceccone, ha deciso di troncare proprio adesso la sua carriera di grande chitarrista. Cosa aspettarsi di più da questa vita, un altro amore infelice? No, ne basta già uno che credo sarà difficile cancellare dalla memoria. Un certo successo di pubblico? E a che serve se l’amore resta infelice, e poi è anche difficile da realizzare. Un altro amico? Non so… dubbi, dubbi e solo dubbi, non una certezza. I sogni cominciano a svanire e la realtà si sta affacciando spavalda alla porta del mio cuore, e mi scoppia la testa e tutto mi sconvolge sempre di più.

Nicola Randone, alias Art, è Scrittore, musicista compositore, leader della band Randone con all'attivo 7 cd ed 1 dvd LIVE sotto edizione discografica Electromantic Music. Qui pone frammenti di vita, espressioni dell'anima, lamenti del cuore ed improbabili farneticazioni intellettuali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

2 Aprile 1991 (Martedì) ore 12:12

Prossimo articolo

4 Aprile 1991 (giovedì) ore 8:46

Le ultime da Diario

Lettera a Totò

Pubblico una lettera di qualche anno fa scritta da una persona che non conosco che tuttavia

Partiti e politica

“I partiti non fanno più politica. I partiti hanno degenerato e questa è l’origine dei malanni