10 Febbraio 1991 (domenica ) ore 11:36

10 Febbraio 1991
1 minuto di lettura

Forse la fortuna sta girando, forse Dio mi sta aiutando. Recentemente ho incontrato Tiziana in discoteca; era triste perché pensava a Valerio ed io ero incazzatissimo benché avessi raccontato in giro di averla dimenticata. Il colpo di scena si è verificato a metà della serata; lei si è avvicinata e mi ha chiesto di ballare il lento che trasmettevano. Che esperienza sensazionale: lei mi portava le mani al collo ed io facevo scivolare delicatamente le mie sui suoi fianchi, accarezzandole il fondo schiena. Fui preda di una furiosa eccitazione e non mi sarei certo fermato se lei, d’un tratto, non si fosse “sganciata” da me con la scusa di aver visto un amico. Ho passato la notte a pensare all’avvenimento e a chiedermi se fosse giusto quello che avevo intenzione di fare: riprovarci. Dopo una tormentata riflessione ho concluso che sarebbe stato più conveniente lasciare le cose come stavano; non era certo la prima volta che lei si dichiarava disponibile per poi prendere nuovamente le distanze (vedi episodio Torre Saracena). Tuttavia sembra che questa situazione mi stia aiutando a dimenticare più facilmente. Fortunatamente ho la musica che mi dà la carica e prego Dio che mi aiuti a portare la mia in alto, allo scopo di fare conoscere al mondo il suo vero significato di medicina contro gli affanni. La mia musica sarà proprio questo, medicina per gli innamorati delusi e per coloro che non si aspettano più niente dalla vita.

Nicola Randone, alias Art, è Scrittore, musicista compositore, leader della band Randone con all'attivo 7 cd ed 1 dvd LIVE sotto edizione discografica Electromantic Music. Qui pone frammenti di vita, espressioni dell'anima, lamenti del cuore ed improbabili farneticazioni intellettuali.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

4 Febbraio 1991 (lunedì) ore 11:43

Prossimo articolo

18 Febbraio 1991 (lunedì) ore 9:00

Le ultime da Diario

La solitudine

Dopo la nottataccia di ieri avevo deciso, per questa sera, di fare la persona normale, di tornare dal mio giro in bicicletta

Uzzo e Ninetta

La storia d’amore più bella del mondo Oggi l’idea di un amore “perfetto” non ce l’ha quasi più nessuno… sembra qualcosa di

il mostro sotto il letto

Di notte mi ritrovo a fissare il soffitto, la lampada di pelle definisce i contorni delle cose, anche quelli della mia anima.

a proposito di ispirazione…

Forse ho tardato anche troppo a scriverne: è sempre difficile riuscire ad ammettere con sè stessi di avere un problema di questa

la guerra

Anche io esprimo le mie personali condiderazioni in merito a quello che sta accadendo, uno fra tanti, una voce che forse si
TornaSu