Placeholder Photo

Rabbia ancestrale che divora le carni,ululato che squarcia il velo della notte,mentre una pallida nenia si diffonde nell’aria anelante ai respiri. Un sottile rantolo che para la guerra sul campo ancora deserto:il silenzio, poi il boato e un grido e un altro.L’odio martella nelle orecchie e mille spade si infrangono in un tuono che sembra atterrire la piana intera.Ovunque sangue e dolore e spasimi e rantoli di rabbia o di morte.Poi,d’un tratto,il superiore silenzio, mille membra, prive di vita o agonizzanti, giacciono sul sangue che scorre a rivoli e si unisce o si discosta in torrenti ineguali. Il cielo livido si specchia sul ruscello rossastro a larghe macchie di porpora e la natura ricomincia il suo canto:una lieve, evanescente,timida pioggia terge e pulisce quella breve tragedia umana ormai trascorsa.

Giannantonio Di Giacomo

Nicola Randone, alias Art, è Scrittore, musicista compositore, leader della band Randone con all'attivo 7 cd ed 1 dvd LIVE sotto edizione discografica Electromantic Music. Qui pone frammenti di vita, espressioni dell'anima, lamenti del cuore ed improbabili farneticazioni intellettuali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

La cometa

Prossimo articolo

Finchè non sarà sera

Le ultime da Frammenti Notturni

22 Dicembre

Sai, adesso comincio a chiedermi quanto durerà questa sensibilità estrema, per quanto tempo dovrò ancora fare

Petali di rosa

Leggera pallida rosa vorrei sfiorarti anche solo per un momento adesso… adesso! Ma il suo profumo

Malinconia notturna

A poco a poco, il dorato ricordo del sole ormai tramontato svanisce dal cuore delle fredde

Confusione

rido, scherzopiango, gridomi riempioe gonfiodi ricordiche implodonogettando i miei restialtrove corro, senza sostafermi, i pensierisono ascenel