So close, so far away

C’è uno strano profumo
che posa il suo velo sul castello acitano:
ti ho sognata
so close, so far away
mentre le nubi bianche passeggiavano nel cielo azzurro
ed il sole respirava il gelo della notte

C’è una voce:
“Pietro, i tuoi calzini sono appesi in terrazza”;
la luna si ostina a non mostrare il suo lato oscuro
ed il vento spegne i fuochi fatui dei nostri morti

E tu
so close, so far away
che hai bruciato le mie certezze
concedimi di sentire per una sola volta
il suono delle tue carezze
perchè possa avvolgerti nel manto stellato
gridando: evviva, sei con me

Ma la nebbia si alza sul castello
ed io, infreddolito, torno a ciò che chiamo “casa”
scorgendo per un attimo
tra i pochi sottili volti
la mia donna che si cosparge di cenere

Nicola Randone, alias Art, è Scrittore, musicista compositore, leader della band Randone con all'attivo 7 cd ed 1 dvd LIVE sotto edizione discografica Electromantic Music. Qui pone frammenti di vita, espressioni dell'anima, lamenti del cuore ed improbabili farneticazioni intellettuali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

dietro il recinto

Prossimo articolo

Fede

Le ultime da Frammenti Notturni

sms ricevuto

E’ triste mettersi a letto senza d te… senza sentire il calore del tuo abbraccio… non

Cosa fai?

Cosa fai? Non fare finta di nulla ti ho vista, ti ho vista sai, ti piace

Sfogo

Vorrei poterti parlare di me stupido uomo, amante egoista per strapparti quella corazza di superficialità unica

vapore

sale e si abbandona al vento senza speme fino all’ultimo getto condensa tra i vetri poi