comunicazione numero 4 (profeta)

Prestagli fede
ed ecco come ti ridurrai
a sudare il salario ogni santo giorno
pregando che le matite giungano sempre ben temperate
con l’inverno nelle scarpe
e l’autunno nel cuore

Sporto alla luna
ho udito parole di sfida
chè a casa giunse il mostro del corridoio
a proferire un sermone senza parte nè cuore;
ma forse è solo
la mia immaginazione
o forse un errore
nel tracciatore

Barbalbero fu il più saggio
fintanto che la creatura arancio e bianca
non gli ricordò le dimensioni della pancia

E salto giulivo tra gli eterni
con intorno calendari di Pietà
nella grande piazza del padre
a sorridere con voi
che non mi fate pensare a lei
mentre cova con la serpe il suo nido di rovi
tra le colpe di un’ambiguità mai riconosciuta;
prima che il disegno sia del tutto bruciato
attendi qualche secondo o sarà una strage

Via, fuggono
le nostre cose belle
e nel basso del mio umore
coltivo un ricordo che non muore
ch’esso vive tra le cose
passate
umettando di viscide muffe
il fiore avvizzito del nostro amore

Nicola Randone, alias Art, è Scrittore, musicista compositore, leader della band Randone con all'attivo 7 cd ed 1 dvd LIVE sotto edizione discografica Electromantic Music. Qui pone frammenti di vita, espressioni dell'anima, lamenti del cuore ed improbabili farneticazioni intellettuali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

The Wall: Comfortably Numb

Prossimo articolo

divagazione numero 8 (cacca di camaleonte)

Le ultime da Frammenti Notturni

Along the…

Il suo nome non ha importanzail suo luogo d’origine non ha importanza,dove vuole arrivare non ha

frammenti di viaggio

Nel terrore di un giro mortaleuna mano si tende nel buiouna fitta al petto d’amore desideratomentre

Salviamoci

Salviamoci amoredai mari in tempestasalviamo ciò che ci restadi più caro e di più vero Salviamoci

Amici miei

Fratelli nel dolore compagni della sera così ubriachi ora lasciamo le folli notti da Regina Mary