bianco o nero

1 minuto di lettura
Leggi

Posso sentire le nuvole nel mio cuore
cuore, parola di cui si abusa spesso
i sentimenti molto spesso
si avvertono nella pancia

A volte gli accadimenti
sembrano tramare contro di me
e maledico la mia imprecisione
biasimo la mia vigliaccheria

bianco: amore mio
meraviglia di questo creato
tu solo hai il potere
di purificare la mia anima

nero: infame bugiardo
rovina della vita mia
non mi vedrai invecchiare
davanti alla tua fintà ingenuità

meravigliosa visione
specchio dell’amore di ogni uomo
l’ora è tarda, devi farti attendere
cosa senti davvero per quell’uomo
cosa senti davvero per quest’uomo

bianco: le mie canzoni attenuano il dolore
e le mie parole, umide come le tue lacrime
volano nel cielo
cadendo come fresca neve
e si estingue l’incendio

nero: la mia vita non ti appartiene
il mio mondo non ti appartiene
spreco la mia angoscia
nella certezza della nostra estrema diversità

ho solo un cuore
è bianco per la metà di sinistra
è nero per la metà di destra

ho un amore
è bianco per la sua appartenenza divina
è nero per la sua appartenenza terrena

bianco o nero
bianco e nero
grigio è il colore delle nuvole gonfie di acqua
grigio è il colore della polvere
grigia la mia impotenza

ma sulle infinite sfumature del grigio
posai dei colori a caso
i rulli del macchinario ruotarono
e ne uscì un meraviglioso fiore dai mille colori

Nicola Randone, alias Art, è Scrittore, musicista compositore, leader della band Randone con all'attivo 7 cd ed 1 dvd LIVE sotto edizione discografica Electromantic Music. Qui pone frammenti di vita, espressioni dell'anima, lamenti del cuore ed improbabili farneticazioni intellettuali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Le caratteristiche della persona normale

Prossimo articolo

le mie canzoni

Le ultime da Frammenti Notturni

Default thumbnail

Agonia

Morire come le allodole assetate sul miraggio O come la quaglia passato

Default thumbnail

l'alone

intorno all’astro l’alone ricorda il tuo cuore ricorda il tuo cuore perchè

Chiodi d’acciaio

Vecchia marmellata acida potrei divorarti senza vomitare e poi ficcarmi in gola

Default thumbnail

vapore

sale e si abbandona al vento senza speme fino all’ultimo getto condensa