sabbia

18 Agosto 2013
2
1 minuto di lettura

Sono cessati quegli attimi di vita
ove il pensiero si spegne
mentre le sabbie del tempo
conciliano, coscienti, i ricordi

E’ solo un’immagine in catene
quella che scorgo sulla strada
fra i sassi, la ginestra e gli alberi
ove perduto, re, barcolla, per 42 volte

Ricominciare, cucire ancora insieme
gli strappi dell’anima
per tornare a credere
d’esser resilienti ed invincibili;
ah, com’era dolce quel tempo:
le idee si posavano come farfalle
sui chiodi elettrici e gli indici di pelle
bastava sbattere il pugno
per un colpo di spugna

Ci manchiamo con tristezza e sconforto
noi, schiavi di legami precari;
perduto, in ginocchio,
scruta da lontano il mio percorso
e s’incanta al suono
delle grida che mi assalgono da dentro

Ebbene si
è tempo di squarciare questo guscio
perchè il lombrico maturi
ed ancora, sui sentieri del vento,
lo spirito mio si disseti
prima che la sabbia lo assalga ancora

Nicola Randone, alias Art, è Scrittore, musicista compositore, leader della band Randone con all'attivo 7 cd ed 1 dvd LIVE sotto edizione discografica Electromantic Music. Qui pone frammenti di vita, espressioni dell'anima, lamenti del cuore ed improbabili farneticazioni intellettuali.

2 Comments

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

review from psarros (Prog Archives)

Prossimo articolo

Ultreia (Canzoni sulla Via – atto primo)

Le ultime da Frammenti Notturni

sole d'estate

sole d’estate che doni calore a dolci creature distese e rapite da un vento che sa di mare guarda quel fiore le

nuvole

tra le nuvolel’odoredi una notteingenuache accompagnai miei sospiri

NLX

Ordino alle mie ginocchia di incrociarsi ma loro lo fanno molto lentamente come le lancette di un orologio, l’aria profuma di fresco

Bianche lacrime

Non tutte le lacrime hanno il sapore amaro della disperazione, quelle di mia nonna ad esempio sono dolci come il suo viso
TornaSu