Placeholder Photo

rumore

Ha ragione Francesca… il silenzio a volte diventa un rumore insopportabile.
Assordante, incomprensibile farfugliare di pensieri, non c’è musica che possa fermarlo, come folgore tra le nubi grigie e gonfie di pioggia si fa carico della rabbia per le illusioni frantumate dal rigoroso vento della ragione.

Stanotte ho fatto un sogno: i miei problemi con lei erano tutti risolti; ancora insieme, in una casa tutta nostra. Poi, come nei sogni, i giorni scorrono veloci come la lancetta dei secondi, e mi ritrovo lì, a discutere di amore vero e passione, ancora della stessa cosa di sempre.
All’infuori del tempo non cambia nulla in un amore destinato a finire, le parole sono ingannevoli serpi dell’Eden ed i dolci baci solo temporale tra le nubi.

La speranza di questi giorni è solo sabbia che il tempo ha portato via.
Resta solo il rumore, forse è solo una porta che si chiude, forse il cuore che grida.

Nicola Randone, alias Art, è Scrittore, musicista compositore, leader della band Randone con all'attivo 7 cd ed 1 dvd LIVE sotto edizione discografica Electromantic Music. Qui pone frammenti di vita, espressioni dell'anima, lamenti del cuore ed improbabili farneticazioni intellettuali.

6 Commenti

  1. le scorie tossiche di ogni amore che muore entrano in circolo nel sangue, sappiamo bene quanto tempo occorre per pulirsi come sappiamo che presto o tardi arriverà la fine, e magari, presto, un altro sogno migliore
    un abbraccio grande

  2. sei fortunato, se il tuo sogno dura una notte. il mio si è insinuato sotto la pelle, fino ad arrivare alle vene ed entrare nel sangue. come veleno che mi sta uccidendo. impedendomi di vivere. per me vivere il sogno equivale a morivi dentro. impedendo a me stessa di vivere. un bacio

  3. Perdonate l’attesa… sono stato un pò indaffarato in questi giorni
    -> samy, grazie dei tuoi complimenti, concordo con la tua idea… spesso il silenzio non è vissuto nello stesso modo da entrambe le parti

    -> fulvia, il futuro alla fine ce lo facciamo con le nostre forze, ho imparato che spesso e volentieri la nostra natura umana ci “costringe” a credere ancora che ci sia una strada migliore e che non potrà piovere per sempre sui nostri corpi ormai inzuppati

    -> goccia, benvenuta anche a te tra queste pagine. Credimi, è una fortuna che tu abbia una consapevolezza così chiara delle cose, ti aiuta a guarire più in fretta e senza facili illusioni… adesso bisogna combattere il senso di vuoto

    Un abbraccio a tutti
    Nicola

  4. Ti ringrazio per ciò che mi hai scritto, questa volta la ricaduta non ci sarà perché già l’ultima lo è stata. Ho tagliato i ponti del tutto… il rapporto era troppo malsano e bugiardo per i miei gusti.

    Anche nella mia relazione ci sono stati silenzi rimbombanti, che uccidono le emozioni e ti lasciano svuotato… ci vuole volontà e forza d’animo per esprimere ciò che si tiene dentro, ma non avere mai rimpianti, l’ho scoperto a mie spese.
    Un abbraccio, passa quando vuoi… sarai benvenuto.

  5. il silenzio è un urlo straziante del cuore che vorresti soffocare ma sa di lacrime salate …..il silenzio uccide è indifferenza…è rinnegare quello che si sente…dentro….

    scrivi da tantissimo…..complimenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

silenzio

Prossimo articolo

Ricordo

Le ultime da Diario

Appunti di viaggio

Arrivano un pò in ritardo ma col tempo che sto impiegando per raccogliere tutto quello che

Lunedì 31 Dicembre

Questa mattina alle 6 lo spettro di Giulia è venuto a farmi visita togliendomi il sonno

Lettera di Natale

Mia carissima Giuliana, era da un po’ che pensavo di scriverti una lettera, magari di mio