Pausa di riflessione

28 Aprile 2003
1 minuto di lettura

Eh si, mi occorre davvero una pausa di riflessione, ho il timore di non avere molte energie a disposizione in questo periodo, sarà la primavera, o fors’anche un “non so che” che ti piglia sempre nei momenti meno opportuni. Intorno a me le persone, gli amici, i conoscenti sembrano tutti apatici, bloccati a livello emozionale, incapaci di darti quel plus che ti tira un attimo su… non so se tutto questo è legato all’età, alle esigenze di ognuno che cambiano in funzione di qualcosa non più legato al rispetto reciproco, alla voglia di appartenersi, di sentirsi uniti negli accadimenti di ogni giorno.
Il mio grande problema è l’avere un animo da condottiero ma una scarsa fiducia nel senso di responsabilità altrui, è una cosa su cui sto riflettendo da tempo, da quando almeno ho smesso di gridare ed inkazzarmi con le persone che decidevano di non seguirmi o biasimavano le mie scelte.
Adesso, oggi, credo che molta gente abbia bisogno di essere guidata per mano, però, se la lasci camminare per conto proprio, spesso si ferma ed ancora una volta ti tende la mano o si siede e aspetta che gliela porga qualcun’altro. Ecco… ho spiegato un pò la situazione, tempo fa c’era una forza in me che non mi faceva demordere ma adesso mi sono proprio rotto le palle di fare da balia asciutta ed ho una gran voglia di farmi i kazzi miei senza più pensare al futuro del mio prossimo.
Sto costruendo, e nel mio nuovo edificio, presso il quale spero di trasferirmi presto o tardi, non ci saranno uscieri, nè impiegati allo sportello e neppure gente delegata a prendere decisioni al posto mio, sarò l’unico garante dei miei impegni e fruirò di collaboratori a tempo limitato, giusto quello necessario alla realizzazione completa di ogni progetto. Definite questo uomo come un megalomane? Beh, se una persona non ha più fiducia nel proprio prossimo, è lecito che impari a cavarsela da sola no? In fondo, anche se evolute, pur sempre bestie siamo e quindi, legge della giungla!!!
Mi spiace solo di aver sognato per anni di poter costruire qualcosa insieme ad altre persone, coinvolte ed emozionate quanto me, verso cose più grandi di quante potrei mai realizzare da solo.

Ok… pausa di riflessione terminata, grazie per aver letto.

Nicola Randone, alias Art, è Scrittore, musicista compositore, leader della band Randone con all'attivo 7 cd ed 1 dvd LIVE sotto edizione discografica Electromantic Music. Qui pone frammenti di vita, espressioni dell'anima, lamenti del cuore ed improbabili farneticazioni intellettuali.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

art vs mondo

Prossimo articolo

Iniziato il missaggio di Nuvole di Ieri

Le ultime da Diario

La mollica sul comignolo

A mia Nonna Ninetta Una mollica di pane è come una parola che prende corpo e concentra tutto il suo significato in

Ritorno a Gerusalemme

E’ sempre stata mia consuetudine, dopo ogni Cammino (parlo del mio battesimo sul francese nel 2008 e della Ruta Norte nel 2012), raccogliere in
TornaSu