Non voglio sembrare

8 Maggio 1998
1 minuto di lettura

Non voglio sembrare sciocco
gay
presuntuoso
pessimo guidatore

Non voglio essere chiunque
un villano
un misogino
per pietà

Affonda il tuo coltello nel mio palmo
è ciò che ci vuole per capire
quel che nasconde il cuore del sole
quel che si nasconde dentro il mio cuore

Ho imparato a volare dagli uccelli
ho imparato a sognare da dio
quel che ho imparato
non serve
è inutile
come me
che respiro
e sciupo l’aria
che amo
e offendo l’amore

Capisco che vuoi dire amico
ti senti solo, non ti senti capito
e anch’io lo ero un tempo

e sai come si supera questo
sostituendo alla forza
la debolezza
perché se forza è brutalità
allora meglio esser deboli

Non c’è maschera che tenga
quando strimpella l’arpa della contraddizione
con davanti agli occhi i veli
dell’incomprensione

Cieco, povero amico
fai troppo per cambiare te stesso
e scopri che ogni sforzo è vano
perché intorno a te
c’è silenzio
e astio

Silenzio, lasciatemi sognare
sopra le carrozze del cielo
verso il sole
dentro il cuore del sole

un segreto non è mai così puro
quando non ti piaci
quando non piaci

e allora vola amico mio
più in alto del tuo corpo
più in alto del tuo cuore
e modella il tuo pensiero
dall’alto
comprensione alata
fuoco ribelle
e poi…
lago di serenità

Speralo

Nicola Randone, alias Art, è Scrittore, musicista compositore, leader della band Randone con all'attivo 7 cd ed 1 dvd LIVE sotto edizione discografica Electromantic Music. Qui pone frammenti di vita, espressioni dell'anima, lamenti del cuore ed improbabili farneticazioni intellettuali.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Amore non corrisposto

Prossimo articolo

Ti vedo accanto a me

Le ultime da Frammenti Notturni

Pensiero di S. Veneziano

Ho raccolto più che una prova della condanna cui mi sto piegando senza più lacrime da versare nè parole dolci con cui

funzionalità limitata

appeso, dritto sulle mie gambecontemplo il vetro opaco di una finestrache è rigata dalle lacrime del mio intestino quanta forza serveper contestare

Pensieri Brevi

Lo spero…già lo spero nel vento suonano strane voci e urla che squarciano il silenzio mi atterriscono Una buona strofa per una

Amore/Odio – Odio/Amore

chi per primo ha parlato d’odio e amore? chi ha distinto in due parole l’umano sentire? dov’è il giusto? dov’è il perfido?

respirazione profonda

Un vortice di particelle color turchese si fanno strada a fatica lungo ogni condotto vitale spostando macchie scure di catrame liberando paure
TornaSu