Default thumbnail

4 Febbraio 1985 (lunedì) ore 19:24

1 minuto di lettura
Leggi

Ieri sono uscito con Francesca, indossava uno splendido vestito rosso. Siamo entrati insieme nella casa del Signore, mi sentivo tremendamente orgoglioso di averla al mio fianco. Ci siamo seduti in prima fila e per tutto il temo non abbiamo fatto altro che parlare delle nostre vite fin quando al momento della comunione il parroco non ci ha rimproverato: “Ragazzi! Un pò di rispetto per il santissimo sacramento!”Spero solo che questo non comprometta la mia riuscita nel rapporto con lei. Quando siamo usciti siamo andati a giocare nel giardino e sfortuna delle sfortune c’era la comitiva del medesimo che sembrava ci aspettasse. Francesca mi ha detto di non considerarli ma Cataldi ha cominciato ad offendere ed io gli ho dato uno spintone. Lui ha reagito e ha cominciato a menarmi con la comitiva che faceva cerchio intorno a noi. Francesca gridava e alla fine è arrivato un grande che ci ha separato. Una delle poche sconfitte della mia vita si è rivelata tuttavia una vittoria. Francesca mi ha detto che ero un coraggioso perchè l’avevo difesa da uno più grande di me. Stamattina le ho consegnato un’altra lettera pretendendo una risposta alla mia domanda della prima lettera che le ho spedito. Speriamo vada tutto bene.

Nicola Randone, alias Art, è Scrittore, musicista compositore, leader della band Randone con all'attivo 7 cd ed 1 dvd LIVE sotto edizione discografica Electromantic Music. Qui pone frammenti di vita, espressioni dell'anima, lamenti del cuore ed improbabili farneticazioni intellettuali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Default thumbnail
Articolo precedente

30 Gennaio 1985 (mercoledì) ore 16:11

Default thumbnail
Prossimo articolo

8 Febbraio 1985 (venerdì) ore 15:35

Le ultime da Diario

Default thumbnail

degli amici

Gli amici dovrebbero essere: – sinceri ma non “quando gli conviene” –

Default thumbnail

citazione

Il corpo come si adatta! Carcere, freddo, buio, inutilità, fame, lavori forzati…

Default thumbnail

ad un'amica

A volte ci convinciamo che ci sono, nella vita, tante cose meravigliose