Default thumbnail

Sulle paure degli uomini (o sulle mie??)

7 minuti di lettura
1
Leggi

La serenità tra la coppia uomo-donna è più di quanto un uomo o una donna innamorati possano sperare per il proprio futuro; a minare la fondamenta di una coppia ci sono aimè molti fattori alimentati dalle diversità biologiche nonchè psicologiche tra le due parti. Uomo e donna sono due pianeti separati, lo si sa, del resto al giorno d’oggi le pretese maschiliste sulla superiorità dell’uomo e sulla necessaria sottomissione della donna al suo volere sono di certo fuori luogo e poco sensate, fortunatamente il progresso per certi aspetti ha contribuito ad una crescità intellettuale che ha liberato i nostri coetanei da certune improbabili considerazioni, pur tuttavia, mancando quelle basi del passato adesso è sempre più difficile per l’uomo vivere serenamente il proprio rapporto; la mia città è piena di ultra30enni spaventati dai rapporti che non appena temono di innamorarsi di una donna, fuggono a gambe levate; perchè, si chiedono le donne!! E’ logico, rispondono gli uomini; un tempo la donna trovava nel proprio uomo un riparo, un quieto rifugio, era assolutamente succube dell’altro, il suo amore quasi si plasmava al soddisfacimento dei bisogni del partner fino a dargli la piena fiducia di poter contare su di lei in ogni attimo della sua vita. La donna è stata in passato il centro della famiglia, da madre ha giocato un ruolo fondamentale nella crescita dei bambini… adesso? Adesso non è più così, adesso l’uomo, non potendo più contare sul ruolo di “protettore”, ha bisogno di altre certezze, dacchè la donna può fare a meno di lui in qualsiasi istante: se non riceve garanzie, non le dà abbastanza amore può lasciarlo per un altro… e l’amore… l’amore può anche andare a farsi benedire perchè il pragmatismo naturale delle donne le porta a superare qualsiasi sofferenza se c’è una valida ragione per farlo.

Quante donne mollano il proprio uomo perchè vigliacco non ha il coraggio di chiedere loro la mano, o perchè non vuole avere un figlio, o perchè non garantisce stabilità.

L’uomo invece, come un cane, torna anche se viene bastonato più e più volte, torna anche se viene tradito, si lascia sfruttare, manipolare, uccidere nell’anima.

Non vogliatemene fanciulle e signore se mi sto avventurando in un campo che può benissimo suscitare critiche ed ire, pur tuttavia dovete ammettere che l’uomo è diventato più fragile e pauroso perchè voi siete più forti, più indipendenti e soprattutto più resistenti alle delusioni.

L’amore visto attraverso gli occhi di un uomo è un sentimento legato ad una molteplicità di sensazioni: tra queste il bisogno freudiano di avere una nuova mamma (l’amore certo ed incondizionato), ed il bisogno di unirsi a quella costola che ci è stata tolta dall’inizio del mondo (la metafora dell’antico testamento è azzeccatissima) che poi si estrinseca fisicamente nell’atto sessuale vero e proprio che, per l’uomo innamorato, è decisamente diverso da una scopata… quest’ultimo fattore è di sicuro il bisogno più atavico, quello insopprimibile, non compensabile in nessuna altra maniera. Se soddisfatto in pieno alimenta la fiducia che il proprio amore sia ricambiato…

Riflettiamo adesso su quali sono le ragioni per le quali la donna si innamora di un uomo: ——– mmm, qui bisogna andarci con cautela onde evitare di essere accusati di maschilismo ma… certo non per il sesso, per l’uomo è una componente ESSENZIALE, si può fare l’amore anche 3 volte al giorno, ma pare che non lo sia per la donna (che spesso si nasconde dietro mal di testa od improbabili malesseri per non dire apertamente che non gli va), almeno dopo i primi 2 anni di rapporto; forse il bisogno di essere desiderata, ma questa è una componente che estrinseca non necessariamente con il proprio uomo: VANITA’ è DONNA; di certo non cerca nel proprio uomo un padre (o forse si???); la costola se potesse ce la tornebbe indietro!!! ‘nsomma, perchè si innamora la donna, è possibile che lo faccia solo per bisogno di stabilità, per costruire una famiglia ed avere dei figli, è possibile che in fondo la donna non sia mai cambiata!! Forse… avrei bisogno di pareri femminili ma pare che alla fin fine la donna cerchi sempre la stabilità di una famiglia, forse anche a sacrificio dell’amore (nel senso che potrebbe anche non amare più il proprio compagno e starci ugualmente); oggi però la donna può andare in giro a cercare l’uomo ideale senza essere additata come sgualdrina (l’uomo lo ha sempre fatto e non è stato presto per puttaniere), può trovare il principe azzurro senza dover aspettare di essere trovata, può usare liberamente tutte le sue doti di seduttrice come facevano le amanti dei sovrani per scopi sicuramente meno nobili da quello di costruirsi una famiglia.

Se è davvero così, come si può pretendere dall’uomo coraggio e determinazione nell’affrontare un rapporto, il rischio di non essere all’altezza, di poter essere in qualsiasi momento rimpiazzato è troppo alto… il pensiero debole di questi anni ha contribuito: gli uomini sono più deboli ma le donne più decise e forti; l’amore, questo dolce sentimento che fa diventare idioti, questa passione che divora dall’interno, questa malattia incurabile… è pericolosa, è fastidiosa, forse può anche essere a senso unico :°(
Mi piacerebbe aprire un dibattito, scrivete i vostri pareri, aiuterebbero a chiarirci le idee, se togli dalla vita l’amore, cosa resta?

Nicola Randone, alias Art, è Scrittore, musicista compositore, leader della band Randone con all'attivo 7 cd ed 1 dvd LIVE sotto edizione discografica Electromantic Music. Qui pone frammenti di vita, espressioni dell'anima, lamenti del cuore ed improbabili farneticazioni intellettuali.

1 Commento

  1. Carissimo nicola….la prima critica ti viene posta proprio dalla tua donna :-\
    Il progresso, i nuovi modelli di educazione e una maggiore sensibilità per la libertà altrui e per il rispetto per ogni forma di vita stanno contribuendo a debellare forme insensate di ingiustizia sociale, di discriminazione razziale, di religione, di sesso ecc.. Ma tutto ciò non basta!!! Esistono ancora uomini (ma anche donne) vittime di queste stupide forme di ‘arretrata considerazione’ della figura femminile o nel mondo del lavoro o, peggio, come compagna di vita per l’uomo. Ciò che mi rattrista di più è che sei proprio tu a farmelo pensare…Chi ti ha detto che la donna cerca principalmente protezione dall’uomo??? Che vuol dire la donna può fare a meno di lui in qualsiasi istante??? Non capisco davvero…Il mio pragmatismo naturale mi ha sempre portato a cercare soluzioni per affrontare situazioni difficili che non mi stavano bene, cosa che tu, o per pigrizia o per vigliaccheria (scusa il termine) non farai mai. Ricorda che la stabilità, la garanzia per il futuro non dipende da te, o meglio non solo da te; la sicurezza proviene da dentro di me…in un uomo, nel mio uomo io cerco principalmente amore, amore che vuol dire comprensione, affetto, simpatia, complicità sessuale.
    E poi che vuol dire sta storia dell’uomo che viene più volte bastonato, manipolato, sfruttato, tradito e poi (come un fesso) torna sempre dalla propria donna???? Per me questo intanto non è un attributo caratteriale nè dell’uomo nè della donna ma semplicemente di un povero (o di una povera) cretino che non è riuscito a a raggiungere una propria identità e maturità.
    L’amore incondizionato è il tipico amore di una mamma per il proprio figlio…perchè al figlio si da amore, sicurezza, protezione senza chiedere niente in cambio. Questo è l’amore incondizionato, non certo quello tra una coppia dove deve esserci una corrispondenza tra dare e ricevere e, se questa manca, soffriamo tantissimo e possiamo anche decidere di interrompere la relazione (una madre sana di mente non abbandona per nessun motivo i il proprio figlio).
    Prova con dei semplici esericizi di terapia, ad esempio invece di pensare sempre a ciò che non hai, a dove non sei ancora arrivato o a quello che non riesce a darti la tua meravigliosa ragazza :-) , pensa invece a tutto ciò che hai realizzato nella tua vita, quello che hai conquistato, o più semplicemente mettiti davanti a uno specchio e…SORRIDI.
    Un uomo o una donna che vive come vivi tu l’amore non ha sicurezza in sè, non si piace, non si ama, ha sempre paura di non essere all’altezza, paura di essere rimpiazzato per un altro uomo, è un uomo che sta sempre male, che attibuisce il suo malessere, anche un mal di stomaco causato da 58945821 pacchi di cipster o da 3285781258 ferrero rocher (hehe…ti piacciono eh??) alla monotonia della vita, all’insoddisfazione professionale o amorosa….tutto insomma che si conclude con la frase “E’ colpa della mia ragazza”.
    Nico ti amo tanto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Default thumbnail
Articolo precedente

amore sordo

Default thumbnail
Prossimo articolo

Nicola Randone su Radio 1 DEMO

Le ultime da Diario