Salviamoci

10 Marzo 2002
2
1 minuto di lettura

Salviamoci amore
dai mari in tempesta
salviamo ciò che ci resta
di più caro e di più vero

Salviamoci amore
dal nostro egoismo
ci allontana irreparabilmente
portando solo dolore

Salviamoci amore
dalla follia di questo mondo
siamo due gemme preziose
che splendono solo se sono vicine

Salviamoci amore
dal nostro amore
perchè può distruggerci
se non lo ammorbidiamo…

Nicola Randone, alias Art, è Scrittore, musicista compositore, leader della band Randone con all'attivo 7 cd ed 1 dvd LIVE sotto edizione discografica Electromantic Music. Qui pone frammenti di vita, espressioni dell'anima, lamenti del cuore ed improbabili farneticazioni intellettuali.

2 Comments

  1. Ciao Stefano… hai pescato un post di 6 anni fa, neanche lo ricordavo più :) cmq hai centrato perfettamente il significato della poesia… un abbraccio
    nicola

  2. Comprendo benissimo… Due, che si stanno annullando, pur amandosi. E solo uno comprende… “lascia cadere l’ego, Amore. E allora non sarà perdere qualcosa, ma guadagnare Tutto. Ascolta la mia preghiera, Amore”. Che si chiamino Stefano e Federica, o con altri nomi, io comprendo…

Lascia un commento

Your email address will not be published.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Segnalato da Untitled

Prossimo articolo

Una favola d’amore

Le ultime da Frammenti Notturni

pensiero d’amore

Ho veduto stelle che sospirano udito notti che splendono l’acqua del deserto regge forte il mio cuore parlarti, oh si solo parlarti

piccolo mondo antico

tra 4 mura bianche nel suo piccolo mondo antico ciondola questo corpo ma non respira il peso di un giudizio disprezza il

Sbagliato o diverso?

Dalla pietra calcarea sorge una figura qualcuno seduto su una panca segue col capo il ritmo della musica è un uomo come

Lottare per l’amore

Ha senso lottare per l’amore? Dipende dal contesto: se una coppia si ama ed il mondo intorno non vuole che stiano insieme,

Visioni

Canos de Meca 22 Agosto ‘96 C’era una casa sulla collina una vecchia casa diroccata una povera casa in balia delle radici
TornaSu