respirazione profonda

1 minuto di lettura
Leggi

Un vortice di particelle color turchese
si fanno strada a fatica
lungo ogni condotto vitale
spostando macchie scure di catrame
liberando paure ancestrali

“la tua mente è rilassata”
lo urlo a me stesso
grido nella mia testa
“non ho paura”
ma quelle campane
continuano a battere sui ricordi impazienti
e mi fanno schiavo
della voglia di alzarmi

Non devo
non posso
resto nel savasana:
coi muscoli tesi
e le mani pesanti
partorisco buchi neri
inchiodato al pavimento come pietra inerte

pausa
sento un fischio
ed il battere di una zampa sulla porta

sorrido
un flauto dolce è il pennello della conoscenza del mondo
il fiato si ferma sulla pancia
respiro profondamente
e dalle dita dei piedi
uno strano freddo si alza fino ad ogni estremità
la testa è calda
sostiene la paura
sussurro a me stesso
abbandonati
e così sprofondo nella mia coscienza
incurante d’ogni paura

carezzo il mio viso
concedo al cuore l’amore in eccesso
mentre un ritornello ossessivo in 7 ottavi
fa breccia sul controllo dell’equilibrio
e in un attimo, giro in tondo
quando uno spasmo in faccia
vi disegna una smorfia

ho raggiunto la fonte del dolore
e quel dolore ha raggiunto me
sospendo il respiro
sorrido senza gioia
mi aggrappo alle ginocchia
e, dondolando, incrocio le gambe
così mi sollevo
trascinato da una nuova consapevolezza

…adesso so
cosa combattere.

Nicola Randone, alias Art, è Scrittore, musicista compositore, leader della band Randone con all'attivo 7 cd ed 1 dvd LIVE sotto edizione discografica Electromantic Music. Qui pone frammenti di vita, espressioni dell'anima, lamenti del cuore ed improbabili farneticazioni intellettuali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Something

Prossimo articolo

i miei bambini

Le ultime da Frammenti Notturni

Default thumbnail

La giostra

Tanti cavallini di plastica Stanno girando intorno Ancorati ad una vecchia struttura

sms ricevuto

E’ triste mettersi a letto senza d te… senza sentire il calore

Birra a 30 cent

Nella mia favelas oniricaun giornalaio starnazzadi un posto lì vicinocon piscine e