Lille

2 minuti di lettura
Leggi

Strano a dirsi ma sto sui gradini della chiesa San Severo con davanti i miei occhi due quadrati separati di parco, uno buio e dal terreno leggermente scosceso, l’altro ben strutturato con cinque file di lampioncini tanto ben allineati che un pattinatore potrebbe esercitarsi con lo slalom.

Adesso, non so se per presenza della chiesa (???) o perchè sono ancora una volta “preda” delle mie energie interiori, sto vivendo un momento incantato, un momento in cui mi piace improvvisare canzoni compiacendomi del risultato, uno di quegli oramai rari momenti in cui il mio cuore si riempie di poesia facendomi gustare in pieno tutto quello che mi circonda.

Una sera tranquilla, un cielo senza stelle
ascolto il mio cuore
l’ho sentito stridere, adesso è calmo
l’ho sentito indurirsi, adesso è calmo

Una giornata storta alle mie spalle, diffidenza verso i miei compagni
ascolto il mio corpo
ho sentito male alla testa, adesso sto bene
ho sentito delle lacrime sul viso, adesso sto bene

Un ricordo malinconico, a volte ho paura persino di ricordare
ascolto il mio cervello
ho provato un’angoscia senza limiti, adesso sto guarendo
sono giunto quasi alle soglie della follia, adesso sto guarendo

Cosa mi tiene in vita…
cosa c’è in me di così misterioso?

La rabbia che ho accumulato in questi giorni ha trovato il suo sfogo proprio oggi, se non avessimo perso la coincidenza per Parigi probabilmente sarei già in viaggio per Ragusa con il grande rimpianto di non aver potuto vedere la Spagna. Queste sono le sere in cui cui assaporo pienamente l’ebbrezza del positivismo, l’illusione sciocca e insensata che tutto debba andare bene e che se anche qualcosa va male, la prossima andrà bene e la precedente avrà persino una sua utilità a livello di ESPERIENZA…

Un’illusione si, ma anche una sensazione fisica che neppure la precedente constatazione può declassare. Continuerò questo fottuto viaggio impostandolo in modo personale: punti di riferimento comuni ma “spostamenti” diversi.

Forse è presto per rendersene conto, ma questo viaggio mi sta regalando qualcosa di veramente importante.

Nicola Randone, alias Art, è Scrittore, musicista compositore, leader della band Randone con all'attivo 7 cd ed 1 dvd LIVE sotto edizione discografica Electromantic Music. Qui pone frammenti di vita, espressioni dell'anima, lamenti del cuore ed improbabili farneticazioni intellettuali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Default thumbnail
Articolo precedente

Lille

Default thumbnail
Prossimo articolo

In treno (Bordeaux - Irun)

Le ultime da Interrail Europa 1996

Default thumbnail

dolci ricordi

Ieri mi trovavo in treno,stavo tornando a quella che da 3 anni

Mataderos

So bene di essere in procinto di affrontare un argomento che non