Default thumbnail

In aiuto

1 minuto di lettura
Leggi

Continuo a girare
in un vortice di strane sfere colorate
ho caldo
qualcosa mi stringe

il sole splende più forte adesso
non è una sensazione
è reale

è straziante osservarlo
brucia gli occhi e la mente
ma mi si impone di farlo

luce fatale, inutile in fondo
perché attorno a noi
ci sono persone che aspettano
anche un solo gesto da parte nostra
per dare un senso alla loro vita

… ed io qui
a non riuscire
a superare le paludi buie
del mio cuore

… io qui
a trincerarmi
sotto il giogo dell’angoscia
che ha mutato ricordi dorati
in viscide muffe

… io qui
costretto ad ignorare
vorrei uscire fuori
e tentare di cambiare
cambiare il mondo
vorrei trovarne la forza
dimenticare me stesso
forgiare la forza universale
anziché quella individuale

Voci senza suoni
grida incalzanti di disperati
disperati che alzano grida incalzanti
davanti ad un simulacro consumato
contagiato dalla tristezza

e nell’attesa alzano le mani
verso il cielo infuocato
gonfio di troppe grida
per ascoltare le loro.

Non so perché
ma adesso vedo
un affilatoio
e un vecchio con l’aria stanca
che tiene in mano un coltello

è una scena che vive e scorre davanti a me
… cosa fai! Per amor di dio!!! COSA FAI
NO… NOOO

“La felicità non puoi trovarla in te
ma nell’amore che agli altri un giorno darai”
una canzone può darti tanto a volte.

Nicola Randone, alias Art, è Scrittore, musicista compositore, leader della band Randone con all'attivo 7 cd ed 1 dvd LIVE sotto edizione discografica Electromantic Music. Qui pone frammenti di vita, espressioni dell'anima, lamenti del cuore ed improbabili farneticazioni intellettuali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Default thumbnail
Articolo precedente

Impotenza

Default thumbnail
Prossimo articolo

La giostra

Le ultime da Frammenti Notturni

MAGICO

MAGICO è colui che apre gli occhi alla vita. MAGICO è colui

Default thumbnail

solo e stanco

solo e stanco poggio la mano sui tasti senza pensare senza soffrire

Donna mia

si uccidono fra loro pazzi ed inconcludenti i pensieri cozzano contro il