Placeholder Photo

come il vento

1 minuto di lettura
2

Ciao a tutti finalmente da circa 10 giorni sto rinascendo……il vento mi sta spingendo e con esso sto andando lontano, molto lontano, ho perso tempo a cercarti, ho perso tanto tempo…..si dice di me che sono molto espansivo…che sono come un bambino, che sono molto colto, forse qualcuno dice che sono carino….forse….per un pò di tempo mi sono automutilato ho pensato di essere l’ultimo degli ultimi….non funziona così non può funzionare……io non ho avuto colpe…sorridevo sorridevo e lo voglio fare ancora ….le nuvole non possono sempre coprire il cielo delle volte arriva il vento e si porta via tutto, anche la pioggia….quando c’è il vento di solito non c’è la pioggia…di solito io farò in modo che la stessa non ci sia più….inutile e vedremo se sarò come mi hai lasciato….. del resto non mi importa più di capire non c’è una ragione ….ma di certo ormai non importa più…il vento il vento che spazza tutto via….finalmente verso una vita più sana addio tristezza e addio pioggia….avanti verso nuovi orizzonti

2 Commenti

  1. Vento…mi pare di sentirlo davvero…questo vento che spazza via nuvole, pioggia…e tristezza.
    Mi piace questo cielo…lo voglio anch’io…e prima o poi sarà mio.
    Stammi bene.

  2. ciao vento… grazie di essere intervenuto, il tuo intervento è stato moderato e pubblicato in data odierna, d’ora in poi potrai pubblicare in questo blog senza moderazione

    molto bello quello che scrivi, credici fortemente e portalo avanti con determinazione… avanti… senza più voltarsi indietro
    un abbraccio
    nicola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Il Cammino di Santiago in bicicletta - Prologo

Prossimo articolo

Il Cammino di Santiago in bicicletta - Intro

Le ultime da Le vostre storie

Il tempo

“Tu mi lasciasti, andando per la tua via. pensai che t’avrei pianto e conservato la tua

animabella

Esterno G.B. era un esploratore, nel senso più letterale e sacro del termine: esplorava per conoscere,