Placeholder Photo

Ultimo giorno del mese

Ultimo giorno del mese, comincio a fare i conti… allora: 4 mesi 1/2 di separazione, intervallati con cadenza mensile di 1 settimana di tenerezza e dolce confusione. Tempo stimato di ripresa: non quantificabile e comunque oscillante fra 2 mesi e mai. Perchè scrivo questo? Perchè la mia testa non risponde a quelli che sono i criteri più comuni secondo i quali archiviare un abbandono. Il piacere del nuovo, la riappropriazione della propria vita, la nuova casa, il nuovo cd, le nuove canzoni, il nuovo gruppo, i nuovi amici, le nuove energie… tutto nuovo ma… tutto inutile?? Forse… a volte si, a volte no. Perchè ho qualcosa dentro, lo so, qualcosa che tende ad infinito, a quel tipo di infinito sul quale adesso ho piazzato Giulia che se ne sta lì, irraggiungibile e bellissima, dolce e crudele… l’ennesima idealizzazione, l’ennesima illusione. Peccato che subito dopo aver scritto queste splendide intuizioni, riesca sempre a sentirmi un perfetto idiota giacchè incapace di metterle in pratica sul serio o meglio per un periodo di tempo più lungo. HO fatto lo stesso con lei, la facevo riflettere sul fatto che noi due non potevamo stare insieme, che sarebbe finita, in pratica l’ho aiutata a prendere una decisione che io non sarei riuscito a prendere mai… forse fra qualche mese/anno/secolo ne sarò contento, ma per il momento mi fa stare male, come mi fa stare male il fatto che sia stato un eccesso di amore da parte mia a distruggere tutto… in un modo o nell’altro riesco sempre a colpevolizzare me e non lei, e così facendo non sarà facile uscirne.
Beh… dovrei cominciare ad evitare seriamente di piangere sul latte versato, il tempo sta passando ed io comincio ad essere davvero stanco, stanco di soffrire inutilmente.

Nicola Randone, alias Art, è Scrittore, musicista compositore, leader della band Randone con all'attivo 7 cd ed 1 dvd LIVE sotto edizione discografica Electromantic Music. Qui pone frammenti di vita, espressioni dell'anima, lamenti del cuore ed improbabili farneticazioni intellettuali.

2 Commenti

  1. lupogno, grazie per la tua attenzione :) domani farò un salto sul tuo myspace… riguardo quello che commenti, quest’articolo è la fine della storia precedente… come vedi certe sensazioni si somigliano tutte, eppure passano… tutto passa :) un abbraccio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

28 Febbraio 2002

Prossimo articolo

Frammento

Le ultime da Diario

Relazioni di Salvezza

di Giovanni Salonia Sette situazioni esistenziali in cui sperimentiamo la salvezza donataci dall’altro Premessa Sembra quasi

Il cantico della creazione

Dove la diversità necessita dell’uguaglianza per riconoscersi ed amarsi di Giovanni Salonia L’intrigo delle diversità Un