L.W.Beethoven – An die ferne Geliebte 2°part

1 minuto di lettura
Leggi

Torna maggio, il prato è in fiore.
Le aurette spirano dolci e tiepide.
Chiacchierando scorrono ora i ruscelli.

La rondine torna al suo tetto ospitale,
costruisce svelta la sua camera nuziale,
l’amore vivrà là dentro.

Si dà da fare cercando in giro di qua e di là,
qualcosa di morbido per il letto nuziale,
qualcosa di caldo per i piccoli.

Ora vivono gli sposi vicini e fedeli,
ciò che l’inverno ha separato, riunisce ora maggio,
ciò che ama, sa metterlo insieme.

Torna maggio, il prato è in fiore.
Le aurette spirano dolci e tiepide.
Io solo non posso staccarmi da qui.

Se tutto ciò che ama la primavera lo unisce,
solo al nostro amore non splende primavera
e le lacrime sono tutto ciò che ha.

Prendile dunque, queste canzoni,
che io, cara, ti ho cantato,
ricantale di nuovo la sera
al dolce suono del liuto.

Quando il rosso del tramonto scende
verso il quieto mare azzurro,
e il suo ultimo raggio si spegne
dietro l’alto di quelle montagne;

e tu canti ciò che io ho cantato,
ciò che dal profondo del petto
senza artifizio e studio mi è venuto fuori,
solo ispirato dalla nostalgia:

allora per queste canzoni scompare
ciò che ci ha tenuti così lontani,
ed un cuore amante ottiene
ciò che un cuore amante ha consacrato!

Nicola Randone, alias Art, è Scrittore, musicista compositore, leader della band Randone con all'attivo 7 cd ed 1 dvd LIVE sotto edizione discografica Electromantic Music. Qui pone frammenti di vita, espressioni dell'anima, lamenti del cuore ed improbabili farneticazioni intellettuali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Tribute to John Lennon

Default thumbnail
Prossimo articolo

L'attesa

Le ultime da Musica

Default thumbnail

Giovedì 3 Gennaio 2002

Come volevasi dimostrare, la soluzione “restiamo amici” sembra stia naufragando tragicamente, eppure