Placeholder Photo

I
Dentro la grotta
Un sole anarchico
Invadeva
Quella linfa cupa
Dai mille tentacoli incandescenti

II
Urla,
grida
plasma
il suono silenzioso
della polvere,
il rumore vivo
dell’urto illuminato,
il verme danzante
sull’alto campanile disperato
orgasmo meccanico

III
Una lama sottile
Un tramonto invecchiato
L’amore schiacciato
Sta seduto
Sull’orlo di un picco azzurro
Si volta all’indietro
Senza nessuna speranza
Rivolgendo i suoi perché
Ai sogni
Anneriti dall’uomo
Strappati dal mondo
Azzerati dal sistema.

IV
Le onde del mare
Si sono confuse
Dentro te
La noia mortale
Scava follia
Tombe rimesse
Fatti concreti
Bugie assolute
Il tarlo industriale
Batte l’asfalto notturno
Stelle di smog

Stefano Meli

Nicola Randone, alias Art, è Scrittore, musicista compositore, leader della band Randone con all'attivo 7 cd ed 1 dvd LIVE sotto edizione discografica Electromantic Music. Qui pone frammenti di vita, espressioni dell'anima, lamenti del cuore ed improbabili farneticazioni intellettuali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

La cura

Prossimo articolo

Senso illogico

Le ultime da Frammenti Notturni

Vorrei

Vorrei sentire ancora il sapore di quelle giornate trascorse a tirarsi sabbia in riva al mare

Uridan

Uridan
è stato l'acaro perfetto:
mangiava la polvere
e la notte dormiva con lei
tenendola al riparo dai fratelli
brutalmente affamati

ancora una volta

ancora una volta il sole si porta alto nel cielo ed ancora una volta impallidisce  innanzi

Se

Se riesci a non perdere la testa, quando tutti intorno La perdono, e se la prendono