Default thumbnail

Un'isolata riflessione

1 minuto di lettura
1
Leggi

Sono strani percorsi, quelli della mia mente: tortuosi, oscuri. Ad ogni passo mi sento sfiorare da un vento gelido, quello dei ricordi amari.

Mi fermo spesso per la strada, accovacciato provo a smettere di pensare, a smettere di chiedermi fino a che punto ci si può spingere.

La luna oramai è insignificante, non ispira più quei poeti che giacciono inermi dentro il mio cuore.

Il sole brucia, il giorno deve passare e la notte bisogna dormire.
Sono solo, in questa casa che non è la mia: pianeta terra… piccola roccia sperduta nel cosmo infinito.

Ho chiesto a me stesso: cosa devo dare per sentirmi accettato.
Le cose intorno a me sono cambiate, o forse è la mia età che le colora di fosche tinte di giallo opaco.

La sofferenza è grande, sulla strada ne sto incontrando a sufficienza, quanto basta perchè ne venga contagiato…

…io che ho cantato il dolore, invero vi dico: non ho mai sofferto davvero.

Nicola Randone, alias Art, è Scrittore, musicista compositore, leader della band Randone con all'attivo 7 cd ed 1 dvd LIVE sotto edizione discografica Electromantic Music. Qui pone frammenti di vita, espressioni dell'anima, lamenti del cuore ed improbabili farneticazioni intellettuali.

1 Commento

  1. ciao…beh ecco….io navigavo in preda ad uno stato di “trance”,dopo il mio programma in radio…e mi sono ritrovata tra le braccia del tuo blog.
    Devo ancora leggere per bene tutto,ma…mi è bastato un soffio per capire.
    Ti mando un saluto col vento…..
    bacio..Ste’

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

addio syd

Default thumbnail
Prossimo articolo

andrea parentin from Prog Archives

Le ultime da Diario

Dolce natale

Continuo con la serie di esperimenti “fatti in casa” lanciati con Ricordo.

La poesia

Oggi sono stato colto da queste bellissime parole che mi ha inviato