/

Frutto acerbo (two)

Uno tra i brani più belli ed intimi di una delle più grandi band del rock progressivo italiano

Qualche tempo fa ho proposto la versione originale, questa notte invece mi sono dilettato nel farne una versione mia :=)

Frutto Acerbo
Testo Pagliuca, Musica Tagliapietra

Sotto il letto il diavolo cantava già vittoria
E nel buio la paura di dormire
Per il primo giuramento che ho strappato al sole
A primavera il sasso nello stagno
Che rimbalzava così forte in noi
Nel rotolarci sotto il fieno
Soffriva il cuore frutto ancora acerbo

E l’estate a sera via di corsa all’osteria
Per ripetere a mio padre “la minestra è fredda”
Nel silenzio verso casa la sua mano triste
E le ragazze che ridevano
Dietro le spalle dei segreti ardori
Io mi sognavo di fermarle
Ma la mia voce si perdeva al vento.

Venne poi l’inverno dietro il sole grande e bianco
Quanto amore, quanto amore mi scoppiava dentro
Ricordo ancora quello strano giorno
Dissi sincero “non lo voglio fare”
Ma la pregavo di restare
Per un minuto, un minuto solo

Nicola Randone, alias Art, è Scrittore, musicista compositore, leader della band Randone con all'attivo 7 cd ed 1 dvd LIVE sotto edizione discografica Electromantic Music. Qui pone frammenti di vita, espressioni dell'anima, lamenti del cuore ed improbabili farneticazioni intellettuali.

9 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Articolo precedente

Nobody home

Prossimo articolo

una gita sull’etna

Le ultime da Arti dell'uomo

The Wall: Hey You

Nel momento in cui Pink pone l'ultimo mattone a completamento del suo muro, comincia a chiedersi

Randone in concerto

Giovedì 14 Luglio è una data sempre più vicina, fervono già i preparativi per il concerto

Niente

https://ilmondodiart.com/wp-content/uploads/2012/01/04-Niente.mp3 Niente, ma non voglio più darti canzoni né vecchie lune disegnate apposta io voglio averti

Scratch my back

Scratch my back, l’ultimo lavoro di Peter Gabriel, è uno di quelli che ha fatto più

omaggio a demetrio

Alla vigilia del 30esimo anniversario della scomparsa, il mio omaggio ad una delle più grandi voci