Archivio categorie

Linea di confine Review

Linea di confine Review

review from psarros (Prog Archives)

The majority of the press considerded ”Hybla Atto 1” to be Randone’s most ambitious and mature effort.The same thing applied for Nicola Randone himself and a live transformation of the album on stage was captured and released in DVD in 2006 under the title ”Hybla: A Live Barock Opera” by Electromantic.Soon after Nicola started working… Continua a leggere

Linea di confine Review/Randone

review from Wonderous Stories

In tutta sincerità, devo ammettere una cosa: a distanza di quasi dieci anni dall’esordio, e dopo quattro album via via sempre più complessi e ambiziosi, l’opera di Nicola Randone a cui mi sento tuttora più legato è proprio il suo primo lavoro solista, quel Morte di un amore in cui era presente la delicata e… Continua a leggere

luca alberici from Tales of Wonder

Mai come in questo caso è fondamentale e funzionale al commento della nuova fatica discografica di Nicola Randone “Linea di confine”, conoscere l’evoluzione artistica che ha portato l’artista ragusano (ma catanese d’adozione) dal rock sinfonico degli inizi (“Morte di un amore” del 2002) al rock progressivo più ricercato del successivo periodo Electromantic, culminato con l’eccellente… Continua a leggere

recensione da ProgWalhalla (Erik Neutebom)

– Here’s already the fifth album of the new Italian band Randone that is build around multi-instrumentalist Nicola Randone. Their previous effort Hybla Act 1 sounds wonderful with exciting vintage keyboards (by Nicola and legend Beppe Crovella) but a bit too fragmentic in some tracks. On this new album again Nicola and Beppe Crovella deliver… Continua a leggere

recensione da Unprogged (Bernardo Pacini)

Nicola Randone è un’artista siciliano che si è fatto un nome sulla scena progressive rock italiana grazie al suo talento particolare: se n’è accorto anche Beppe Crovella (Arti e Mestieri), che lo ha voluto nella famiglia di Electromantik Records, la sua casa discografica. La nuova release di Randone è passata inosservata da tutte le webzine italiane… Continua a leggere

Sali in alto